Lo scaffale delle prime letture di Libò: aperto a tutti!

 

Con un bambino piccolo, spesso, mi capita di stare comodamente seduta sulla poltrona gialla della libreria ad allattare proprio accanto allo scaffale delle cosiddette “prime letture”. Ultimamente mi sono imbattuta in un titolo che – avendo come primogenita una donna – aveva attirato la mia attenzione fin da quando abbiamo fatto l’ordine all’editore: “mi piace SpiderMan…e allora?”

Settenove è un editore scelto con amore e soprattutto scelto per contrastare gli stereotipi che ormai accomunano tutto e tutti,  purtroppo.

L’editore così si presenta sul sito: “Una casa editrice per la prevenzione della violenza di genere. Nuovi linguaggi, senza stereotipi. Diritti, rispetto, collaborazione”.


Settenove ha un catalogo forte, con indicazioni precise per ogni libro pubblicato ed è riuscito a ricavarsi uno spazio ben definito nell’editoria per ragazzi: se non lo conoscete, scopritelo adesso!

Partite da “Selvaggia” e andate avanti!

La storia, scritta in prima persona, racconta di Cloe, seienne, che deve iniziare le elementari e ha bisogno di uno zaino nuovo. Cloe chiede alla zia lo zaino di Spider-Man ma né la zia, né il commerciante apprezzano la scelta. Cloe stizzita risponde che Spider-Man è di tutti (maschi e femmine)!
Inizia così il racconto di questa bambina e della sua lotta indiretta, sottile contro tutti gli stereotipi di genere.
Il testo mi ha fatto sorridere e mi ha indotto riflessioni da donna moglie e madre; in realtà, ho pensato che farebbe bene a tutti leggerlo per solleticare le nostre possibilità sull’argomento. Il testo è scritto da Giorgia Vezzoli e ha delle schizzate illustrazioni di Massimiliano Di Lauro che accompagnano bene il testo ed il suo messaggio.

Mi è piaciuto il libro e sto finendo di leggerlo a mia figlia che ha esordito la settimana scorsa dicendo “il grigio va bene perché è un colore per femmine!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *