Little Olive di Graziano Delorda

Mentre scrivo, ascolto gli Eletric Prunes perché non li conoscevo ma, soprattutto, per calarmi nella storia di Little Olive.

Il romanzo di Graziano Delorda, Ferrari editore, instilla nel lettore nostalgia di anni che sembrano dissolti dal tempo, intinti nell’oblio: gli anni dei sixties, del rock psichedelico, del garage rock.

Sotto i riflettori abbiamo Catania, una volta tempio della musica, tanto da valerle l’etichetta di Seattle italiana. Il laboratorio etneo cui la cronaca nazionale ha speso, tra gli anni settanta e ottanta, parole indubbiamente disincantate, perché vero, perché era un enorme palco ombrato dal vulcano.

Continue Reading →