Perché gli ebrei sono così odiati?

articolo di Adriano Fischer

Ho avuto sempre una gran simpatia per il popolo ebraico, sarà perché mi schiero sempre dalla parte delle minoranze, sarà perché adoro Roth, Kafka, Malamud, Safran Foer, sarà perché ho visto tutti i film di Woody Allen, sarà perché mi piace dire roba come Bar Mitzvah o Mazel tov, sarà perché Marx era ebreo, Freud era ebreo, Proust era ebreo.

La verità è che mentre alcune religioni puntano sulla pace interiore, o sul rifiuto del peccato, o sulla fede, l’ebraismo punta sull’intelligenza, sotto il profilo testuale, rituale e culturale. D’altronde, perno della religione è l’osservanza e lo studio continuo del Talmud. Tutto è studio, tutto è preparazione, un perenne riempire la cassetta degli attrezzi mentali finché non si è preparati a qualunque situazione, come scrive Safran Foer.

Continue reading